Balestrieri Città di Volterra

FONDAZIONE

1998

ADESIONE

1998

PRESIDENTE
  • Alessandro Benassai
TELEFONO
  • +39 349 3754220
EMAIL
  • info@balestrierivolterra.it
Medagliere Nazionale

Balestra Antica da Banco

12

Oro

7

Argento

3

Bronzo

Miglior Balestriere

– Elena Baroncini (2014)
– Stefano Chiellini (2010, 2013)
– Roberta Benini (2007)
– Alessandro Benassai (2005)
– Loris Ghelardini (2000)

La Compagnia Balestrieri Città di Volterra, rifondata nel 1998 dopo accurate ricerche storiche, si prefigge l’obiettivo di far rivivere e conosce il fascino del tiro con la balestra, già presente nella Città fin dai primi albori del Comune.

Molti sono i documenti che parlano dei balestrieri. Dalle riforme degli Statuti del 1320 risulta che questi costituissero la più qualificata forza a difesa della Città, che ne contava allora 114 forniti dalle varie Contrade cittadine, oltre a quelli provenienti dai castelli e dai borghi circostanti.

Dal 1998 la Compagnia è riuscita a crescere, grazie alla passione del tiro e all’attenta ricostruzione storica delle attività e degli abiti del periodo che rappresenta, ovvero la metà del 1300.

Aderente alla LITAB dal 1998, la Compagnia ha partecipato fin da subito ai Campionati Italiani di Tiro con la Balestra, conseguendo sempre più importanti risultati, riuscendo a salire sul podio Italiano per ben dieci anni consecutivi ed ottenendo, dal 2000, ben 22 medaglie nazionali tra le due competizioni, squadra e individuale.

L’attività dei balestrieri volterrani si indirizza verso un consistente ruolo culturale, con l’organizzazione di manifestazioni di ricostruzione storica ed una concreta attività legata alla divulgazione e alla diffusione delle tematiche affini alla Compagnia ed al tiro con la balestra. In occasione dei molti incontri pubblici e divulgativi, i balestrieri volterrani illustrano sia elementi inerenti l’aspetto tecnico del tiro, sia come si è sviluppata la balestra nella storia e l’importanza che la stessa arma ha avuto a Volterra.

Nel 2014 con l’inaugurazione del “Museo del tiro con la Balestra”, creato dentro la sede della Compagnia Balestrieri, è stato rinforzato il percorso con le scuole del territorio, un dialogo continuo con l’assessore all’Istruzione e alla Cultura, al fine di strutturare eventi per coinvolgere la cittadinanza e le scuole di ogni grado.

La ricerca e l’attenzione ai particolari nell’organizzazione delle manifestazioni è diventato un punto fermo per la stessa Compagnia, tanto da meritare testimonianze significative, come l’ottenimento di patrocini importanti per le proprie manifestazioni e la partecipazione ad eventi di rilievo, come ad esempio Expo Milano per l’anno 2015. Ed in questo senso, il mantenimento del riconoscimento ottenuto con l’iscrizione dell’Associazione nell’Albo delle Associazioni di rievocazione e ricostruzione storica della Toscana, e con i due eventi nell’Albo delle Manifestazioni di rievocazione storica istituito con la Legge Regionale n.5/2012, è simbolo dell’alto livello raggiunto.

Arroccata su di un colle, a 545 metri d’altitudine, Volterra domina e divide la Val di Cecina e la Val d’Era. La sua posizione isolata, distante dal mare e dai principali insediamenti urbani, ha favorito nel corso dei secoli il crescere della sua importanza strategica.

Ricca di storia e cultura, Volterra conserva ancora oggi edifici che raccontano la sua storia.

È racchiusa nell’antica cerchia muraria ed è possibile distinguere le mura etrusche da quelle medievali risalenti al XIII secolo. Quattro sono le porte d’accesso al centro storico della città: Porta Selci e Porta dell’Arco, del periodo etrusco, Porta San Francesco e Porta Fiorentina, di epoca Medievale.

All’interno della cinta muraria è rimasto pressoché intatto l’antico borgo che si sviluppa intorno alle due piazze principali: Piazza dei Priori e l’attigua Piazza San Giovanni, la prima, centro della vita politica, la seconda fulcro di quella religiosa.

La Piazza dei Priori, rappresenta il cuore medievale della città, essa è delimitata dal Palazzo dei Priori uno degli edifici comunali più antichi della toscana, la sua costruzione probabilmente risale al 1208.

Una torre pentagonale, aggiunta dopo il 1846 contribuisce ad conferire un aspetto austero all’edificio. Un altro edificio presente nella piazza è il Palazzo Pretorio, anch’esso duecentesco come il Palazzo dei Priori è protetto dalla Torre Merlata dei Podestà, in cima alla quale è posta la scultura raffigurante un piccolo cinghiale e pertanto è chiamata ‘Torre del Porcellino’.

Nell’attigua Piazza San Giovanni è situato il Duomo, la cui struttura si ‘innesta’ nella parte posteriore del Palazzo dei Priori. Eretto nel XII secolo, in stile romanico, presenta una facciata decorata da un rosone centrale e coronata da un timpano. Di fronte al Duomo è posizionato il Battistero, il cui fronte è rivestito di fasce marmoree bianche e verdi e di un portale romanico, al suo interno opere di artisti del Rinascimento tra i quali Andrea Sansovino.

Sul punto più alto del colle volterrano è situata la fortificazione della città, costituita da due fabbricati, la Rocca Vecchia, risalente al 1343 e caratterizzata da una torre semiellittica, detta la ‘Femmina’, e la Rocca Nuova, fatta innalzare da Lorenzo De Medici, costituita da una fortificazione a pianta quadrata sulla quale svetta un torrione più alto detto il ‘Mastio’. Le due fortificazioni sono collegate da un Cammino di Ronda.

Sede

Viale Vittorio Veneto 2,
Volterra, PI

Eventi

La Colleganza

Aprile

Ut Armentur Balistari

Giugno

Ludus Balistris

Agosto

admin

Author admin

More posts by admin