Compagnia Balestrieri della Città di Volterra
Presidente: Alessandro Benassai


Volterra, Viale Vittorio Veneto 2
+39 349 3754220
info@balestrierivolterra.it
www.balestrierivolterra.it

La Compagnia

La Compagnia Balestrieri Città di Volterra, rifondata nel 1998 dopo accurate ricerche storiche, si prefigge l’obiettivo di far rivivere e conosce il fascino del tiro con la balestra, già presente nella Città fin dai primi albori del Comune. Molti sono i documenti che parlano dei balestrieri. Dalle riforme degli Statuti del 1320 risulta che questi costituissero la più qualificata forza a difesa della Città, che ne contava allora 114 forniti dalle varie Contrade cittadine, oltre a quelli provenienti dai castelli e dai borghi circostanti.

Dal 1998 la Compagnia è riuscita a crescere, grazie alla passione del tiro e all’attenta ricostruzione storica delle attività e degli abiti del periodo che rappresenta, ovvero la metà del 1300.

Aderente alla L.I.T.A.B., “Lega Italiana Tiro alla Balestra Antica da Banco” dal 1998, la Compagnia ha partecipato fin da subito ai Campionati Italiani di Tiro con la Balestra, conseguendo sempre più importanti risultati, riuscendo a salire sul podio Italiano per ben dieci anni consecutivi ed ottenendo, dal 2000, ben 22 medaglie nazionali tra le due competizioni, squadra e individuale. L’attività dei balestrieri volterrani si indirizza verso un consistente ruolo culturale, con l’organizzazione di manifestazioni di ricostruzione storica ed una concreta attività legata alla divulgazione e alla diffusione delle tematiche affini alla Compagnia ed al tiro con la balestra. In occasione dei molti incontri pubblici e divulgativi, i balestrieri volterrani illustrano sia elementi inerenti l’aspetto tecnico del tiro, sia come si è sviluppata la balestra nella storia e l’importanza che la stessa arma ha avuto a Volterra.

Nel 2014 con l’inaugurazione del “Museo del tiro con la Balestra”, creato dentro la sede della Compagnia Balestrieri, è stato rinforzato il percorso con le scuole del territorio, un dialogo continuo con l’assessore all’Istruzione e alla Cultura, al fine di strutturare eventi per coinvolgere la cittadinanza e le scuole di ogni grado.

La ricerca e l’attenzione ai particolari nell’organizzazione delle manifestazioni è diventato un punto fermo per la stessa Compagnia, tanto da meritare testimonianze significative, come l’ottenimento di patrocini importanti per le proprie manifestazioni e la partecipazione ad eventi di rilievo, come ad esempio Expo Milano per l’anno 2015. Ed in questo senso, il mantenimento del riconoscimento ottenuto con l’iscrizione dell’Associazione nell’Albo delle Associazioni di rievocazione e ricostruzione storica della Toscana, e con i due eventi nell’Albo delle Manifestazioni di rievocazione storica istituito con la Legge Regionale n.5/2012, è simbolo dell’alto livello raggiunto.


Città di Volterra

Arroccata su di un colle, a 545 metri d’altitudine, Volterra domina e divide la Val di Cecina e la Val d’Era. La sua posizione isolata, distante dal mare e dai principali insediamenti urbani, ha favorito nel corso dei secoli il crescere della sua importanza strategica.

Ricca di storia e cultura, Volterra conserva ancora oggi edifici che raccontano la sua storia.

È racchiusa nell’antica cerchia muraria ed è possibile distinguere le mura etrusche da quelle medievali risalenti al XIII secolo. Quattro sono le porte d’accesso al centro storico della città: Porta Selci e Porta dell’Arco, del periodo etrusco , Porta San Francesco e Porta Fiorentina, di epoca Medievale. All’interno della cinta muraria è rimasto pressoché intatto l’antico borgo che si sviluppa intorno alle due piazze principali: Piazza dei Priori e l’attigua Piazza San Giovanni, la prima , centro della vita politica, la seconda fulcro di quella religiosa. La Piazza dei Priori, risalente agli inizi del 1200 rappresenta il cuore medievale della città, essa è delimitata dal Palazzo dei Priori uno degli edifici comunali più antichi della toscana, la sua costruzione probabilmente risale al 1208; sulla facciata del palazzo sono presenti gli stemmi rappresentativi delle famiglie dei priori che lo abitarono. Una torre pentagonale, aggiunta dopo il 1846 contribuisce ad conferire un aspetto austero all’edificio. Un altro edificio presente nella piazza è il Palazzo Pretorio, anch’esso duecentesco come il Palazzo dei Priori è protetto dalla Torre Merlata dei Podestà, in cima alla quale è posta la scultura raffigurante un piccolo cinghiale e pertanto è chiamata ‘Torre del Porcellino’. Nell’attigua Piazza San Giovanni è situato il Duomo, la cui struttura si ‘innesta’ nella parte posteriore del Palazzo dei Priori. Eretto nel XII secolo, in stile romanico , presenta una facciata decorata da un rosone centrale e coronata da un timpano. Al suo interno, tra le numerose opere di notevole interesse abbiamo l’affresco di Benozzo Gozzoli nell’oratorio della Vergine, che fa da sfondo al presepe quattrocentesco, la tavola raffigurante l’Immacolata Concezione, l’Eterno Padre e Storie della Vergine di Nicolò Cercignani. Di fronte al Duomo è posizionato il Battistero, il cui fronte è rivestito di fasce marmoree bianche e verdi e di un portale romanico, al suo interno opere di artisti del Rinascimento tra i quali Andrea Sansovino. Sul punto più alto del colle volterrano è situata la fortificazione della città, costituita da due fabbricati, la Rocca Vecchia, risalente al 1343 e caratterizzata da una torre semiellittica, detta la ‘Femmina’, e la Rocca Nuova, fatta innalzare da Lorenzo De Medici, costituita da una fortificazione a pianta quadrata sulla quale svetta un torrione più alto detto il ‘Mastio’. Le due fortificazioni sono collegate da un Cammino di Ronda.


Rassegna Stampa

Una notte magica con Ludus Balistris

Una serata di festeggiamenti per la Compagnia Balestrieri e per la Città di Volterra quella di sabato scorso. In una calda serata estiva la città e la Piazza sono state ulteriormente scaldate dalla magica atmosfera del Ludus Balistris – Palio dei Balestrieri, il Torneo di tiro con la balestra antica da banco organizzato dalla Compagnia […]

336 punti, è record per Volterra ai Campionati Italiani

l titolo sembra dire tutto: la Compagnia di Volterra è Campione d’Italia vincendo il XXXIII° Campionato Italiano di tiro alla balestra da banco LITAB, tenutosi lo scorso fine settimana a Terra del Sole e Castrocaro Terme – Forlì. In realtà questo è solo il bellissimo risultato di due giornate intense che i balestrieri volterrani hanno […]

Alessio Peretti Priore dei Balestrieri di Volterra

Una bella giornata di sole ha accorto quest’anno l’UT ARMENTUR BALISTARI, il torneo interno tra i balestrieri volterrani che assegna il titolo di Priore dei Balestrieri e il prestigioso quanto agognato collare di argento messo in palio dalla Compagnia. Come da tradizione, nella domenica precedente la Festa della Repubblica del 2 Giugno, la Compagnia Balestrieri […]

Balestrieri volterrani conquistano il Terzo Posto

La Compagnia Balestrieri conquista al campionato italiano LITAB, che si è svolto a Prarostino il 17-18 settembre 2016,  il 3° posto nella categoria a squadra. Un’ennesimo podio che conferma la Squadra volterrana come punto di riferimento di questa disciplina. Dieci anni di podio: 5 medaglie d’oro, 4 argento, 1 bronzo nella categoria a squadre. Un […]

Benassai alla Presidenza Litab

La città di Volterra ha un nuovo ed importante riconoscimento. Il volterrano Alessandro Benassai, già presidente della Compagnia Balestrieri, è stato eletto come presidente nazionale della Lega italiana di tiro alla balestra antica da banco (Litab). «Un riconoscimento sicuramente meritato, considerata la grande passione ed il grande impegno che Alessandro da sempre investe in quello […]

Balestrieri volterrani, ancora sul podio

Ecco ci qua di nuovo a cercare di raccontare quanto vissuto dai balestrieri volterrani durante lo scorso fine settimana ad Assisi in occasione del XXXI campionato italiano di tiro con la balestra litab. Descrivere quanto vissuto non è però facile. Possiamo descrivere i fatti, ma questo non sempre rende a pieno le emozioni vissute durante […]


Eventi

MAGGIO. Ut Armentur Balistari. E’ una manifestazione di rievocazione storica che ripercorre la storia trecentesca della Città di Volterra, periodo al quale fa riferimento la Compagnia Balestrieri che la organizza. Prende concretezza da avvenimenti storicamente verificati, appurabili sia studiando le filze dell’Archivio Storico Comunale, sia quelle dell’Archivio Vescovile della Città di Volterra, i cui fatti sono stati poi recuperati, studiati, ampiamente analizzati ed inseriti in pubblicazioni.

Questo evento ripropone la sfida grazie alla quale venivano scelti i balestrieri che sarebbero entrati a far parte dei “combattenti”, e cioè degli uomini “addestrati alla difesa del Comune”.

Così la manifestazione si svolge sotto gli occhi dei Priori della Città e dei Balitori delle Contrade cittadine (delle quali fanno parte anche frazioni delle comunità antiche di Villamagna e di Cavallaro Moje Regis). Ogni contrada offre alla milizia cittadina i migliori balestrieri che si sfidano l’uno contro l’altro al fine di decretare il giusto numero di balestrieri che ogni Contrada deve apportare alla milizia cittadina in base alla disponibilità. Questi saranno coloro i quali, vestiti dei panni della Compagnia e del Comune di Volterra, con la consegna del cencio rosso simbolo del Comune stesso, entrando a far parte della milizia dei “combattenti” e degli “armati”, avranno l’obbligo di registrarsi in apposite liste, addestrarsi all’uso della balestra e star pronti ad ogni chiamata per difendere il Comune da tumulti e sollevazioni”.

Quindi dopo l’investitura degli otto migliori balestrieri, la sfida si conclude con un tiro in corniolo o tasso, che decreta il migliore su tutti, eleggendolo “Priore dei balestrieri dell’anno” e fregiandolo con il collare d’argento, simbolo della manifestazione e della Città.

Così con il rullare dei tamburi e gli squilli delle chiarine, la manifestazione volge al termine, festeggiando il vincitore con un corteo storico nelle vie della Città.

La manifestazione, che si svolge nella splendida Piazza dei Priori, è completamente gratuita.

La manifestazione cade sempre la domenica prima del 2 giugno.

AGOSTO. Ludus Balistris. Manifestazione di rievocazione storica basata sulla storia trecentesca della Città di Volterra, periodo al quale fa riferimento la Compagnia Balestrieri che la organizza.

L’evento, che si svolge alla presenza dei Priori della Città e dei Balitori delle Contrade cittadine, riporta alla luce quanto narrato nelle fonti storiche volterrane, in base alle quali i balestrieri, quando non erano impegnati in battaglia, al fine di adempiere all’ordine di addestramento a loro impartito, indicevano e partecipavano a gare e tornei. In particolare il Ludus Balistris si basa sul “balestrare” che veniva indetto ogni anno, con cadenza specifica a mezzo agosto, in onore di Santa Maria Assunta, nella Piazza centrale della Città, oggi Piazza dei Priori.

In questa rievocazione storica si sfidano i migliori balestrieri italiani, ovvero le migliori squadre della Litab (Lega Italiana Tiro alla Balestra), e della Fib (Federazione Italiana Balestrieri), così da creare un evento eccezionale al livello nazionale. La manifestazione si svolge in due fasi: il tiro di Compagnia, che si disputa su bersaglio piano, con distanza del banco di tiro a 36 metri, con una dimensione di circa 17 cm, con il centro che ha la dimensione di 3 cm, come una moneta da due euro.

Il tiro su Corniolo, nel quale vengono scoccate le frecce simultaneamente per ogni tornata, su un bersaglio unico per tutte le Compagnie. Vince la freccia più vicina al centro del bersaglio.

La manifestazione si svolge in notturna, nella splendida Piazza dei Priori, è accompagnata da esibizioni di giocolieri di fuoco ed è completamente gratuita.

La manifestazione cade sempre il IV sabato di agosto.